Frequenze benefiche del suono del mare

IL SUONO DEL MARE

Il suono del mare non è costante ma è formato da un mix di rumori di tutti i colori presenti contemporaneamente che si alternano, si sovrappongono, crescono e diminuiscono continuamente di volume nel corso del tempo a seconda delle condizioni atmosferiche e del luogo.

Il suono incredibilmente naturale del Theta Drum è dovuto al sovrapporsi ed alternarsi dei fasci di frequenze prodotti dai due ordini di sfere indipendenti che crea tantissime variazioni nel Mix di rumori emessi, proprio come avviene in natura.

Per chi come noi costruisce strumenti musicali destinati ad attività rivolte al benessere, è molto importante conoscere i fattori che influiscono sulla percezione del suono o rumore e di conseguenza sulle emozioni che esso suscita in noi.

Il suono, ancor prima di diventare musica, può regalarci emozioni al pari di altre sensazioni (ad esempio accarezzare il nostro cane o un panorama mozzafiato). Le onde, la pioggia, il vento, lo scoppiettio del fuoco non sono musica bensì dei suoni, dei suoni molto piacevoli.

I suoni sono in grado di attivare determinate aree del cervello, sviluppando emozioni che vanno dalla paura alla felicità, dalla tristezza alla serenità. Ciò è dovuto ad una serie di processi, di comandi dati dai suoni, che rievocano ricordi ed esperienze già vissute che abbiamo immagazzinato.

MUSICA E RUMORE

Da un punto di vista fisico siamo soliti considerare la “musica” come insieme di suoni armonici e il “rumore” come insieme di suoni non armonici.

La musica principalmente si occupa dell’utilizzo di suoni intonati, dunque onde periodiche.

Un rumore è invece un suono caotico e non organizzato; visto in frequenza mostra valori che non hanno legami ben definiti fra di loro.

La tradizione musicale sembra dare per scontata l’idea che il nostro orecchio trovi gradevoli i suoni (intonati) e tendenzialmente sgradevoli i rumori (non intonati), ma sappiamo bene che il rumore del mare, sebbene non sia intonato, è decisamente gradevole.

IL COLORE DEI RUMORI

In generale tutti i suoni che ci ricordano ed immergono in atmosfere naturali sono in grado di indurre un rilassamento. I suoni naturali non sono quasi mai dei suoni puri, ma sono costituiti da rumori contenenti tutte le frequenze contemporaneamente, a seconda del tipo di frequenze prevalenti vengono definiti come:

White Noise

Il rumore bianco è il suono che si sente, ad esempio, quando la radio non è sintonizzata su una stazione. Un tipo di rumore caratterizzato dall’assenza di periodicità nel tempo e da ampiezza costante su tutto lo spettro di frequenze.

Pink Noise

Il rumore rosa , che è più strutturato del bianco e più gradevole all’orecchio, in fisica si definisce come un rumore in cui le componenti a bassa frequenza hanno potenza maggiore a differenza del rumore bianco in cui l’ampiezza è uguale per qualsiasi frequenza.

Brown Noise

Il rumore marrone è più strutturato del rumore bianco e rosa. Presenta un’accentuazione ancora maggiore, rispetto al rumore rosa, della presenza di basse frequenze. Il rumore marrone assomiglia ad un rombo di tuono.

Blue Noise

Il rumore blu è il complementare del rumore rosa, quindi mostra una prevalenze delle alte frequenze con un incremento delle intensità di 3dB per ottava. Suona come una sorta di sibilo.

Purple Noise

Il rumore viola è il complementare del rumore marrone con una forte prevalenze dell’intensità delle alte frequenze (intensità cresce di 6 dB per ottava)

I SUONI DELL’ANIMA

Così come il THETA DRUM riecheggia il potere del mare, anche gli altri strumenti olistici che realizziamo, come il Tamburo Shamanic Sun Drum e le Campane da meditazione, sono unici e hanno lo scopo di avvolgerci nell’armonia e nella protezione della natura riportandoci alle origini della vita.