Campane tubolari da meditazione Theta bells

Le nostre campane tubolari sono in alluminio ed hanno uno spessore delle pareti maggiorato rispetto a quelle comunemente in commercio per garantire una maggiore purezza del suono ed una maggiore durata delle vibrazioni armoniche.

Su richiesta realizziamo campane tubolari da meditazione accordate su qualsiasi frequenza.

LOVE FREQUENCY” 528Hz

Acquista ora “LOVE FREQUENCY”

La frequenza di 528Hz rigenera ed armonizza il DNA

Questa particolare frequenza apre la persona alla possibilità di profonde esperienze spirituali.  Il processo di riparazione del DNA dà seguito a numerosi effetti benefici: maggiore quantità di energia vitale, lucidità mentale, consapevolezza, risveglio e attivazione della creatività, stati di estasi, profonda pace interiore e grande gioia.

Utilizzata prima di addormentarsi cancella le “basse frequenze” derivanti da situazioni negative vissute o emozioni provate durante il giorno.

“LOVE FREQUENCY” 528Hz

“PITAGORA QUINTA PERFETTA” C 512Hz e G 768Hz

Acquista ora Theta Bell “PITAGORA QUINTA PERFETTA”

La Quinta Perfetta è conosciuta nella storia come l’intervallo del perfetto equilibrio dello Yin e dello Yang.

L’intervallo di quinta si espande in ogni direzione e provoca un ampio movimento di energia nello spazio per l’armonizzazione delle energie sottili.

Quando il sistema nervoso si intona sulla Quinta Perfetta si attiva un aumento della vitalità cellulare che contrasta la vecchiaia; il metabolismo del corpo si stabilizza e migliora la digestione e il peso corporeo; aumenta il flusso vascolare, lo stimolo sessuale, la memoria ed il senso di benessere.

“PITAGORA QUINTA PERFETTA”

“TERZO OCCHIO” 936Hz

Acquista ora Theta Bell “TERZO OCCHIO”

La frequenza 936Hz stimola la Ghiandola Pineale chiamata anche Terzo occhio.

L’antico sistema energetico vedico dei chakra definisce la ghiandola pineale come sede del “Chakra Ajna“.

Nelle pratiche spirituali di quasi tutte le culture viene chiamata con vari nomi: “Sede dell’Anima“, “Porta dell’Universo“, “Occhio della mente“, “Porta ai regni superiori“.

La ghiandola pineale è molto importante perchè presiede alle funzioni dell’intuizione, della chiaroveggenza e dell’espansione della coscienza.

E’ ritenuta una sorta di centro psichico che permette di “vedere oltre lo spazio ed il tempo” ed è collegata alla memoria, alla creatività, all’intuizione e alle capacità di pensiero critico.

“TERZO OCCHIO” 936Hz

Il Potere di guarigione del Suono

Un modo di affrontare il malessere psicofisico dalle grandi potenzialità, è quello di utilizzare l’energia della musica. Essa può, infatti, fare in modo che il sistema nervoso e la psiche si rilassino, poiché la forza dei suoni puri fluisce là dove il corpo è bloccato.

Come gli orchestrali che accordano i loro strumenti, così il corpo viene ri-accordato dal suono che, per il suo elevato potere vibrazionale, è in grado di riequilibrare i chakra, i centri di energia vitale.
Il sistema energetico del corpo, tutti gli organi, le ossa e i tessuti, hanno una propria vibrazione e una propria frequenza di risonanza.

Grazie al principio della risonanza, ascoltare o produrre delle singole note permette di riscoprire la propria “accordatura originale”, secondo cui la vibrazione si espande dall’esterno verso l’interno diffondendosi su tutto il corpo e accordando ogni singola cellula.

Perché usare le campane tubolari da meditazione?

Per ricordarci di tornare «qui ed ora», di respirare consapevolmente, di placare i flussi di pensiero che ci trascinano via e per creare uno spazio di libertà dai nostri automatismi.

Normalmente, soprattutto quando lavoriamo sodo o siamo assorbiti dagli impegni familiari, funzioniamo in automatico. Ci dimentichiamo di tornare a noi stessi, di ascoltare cosa ci risuona dentro in risposta al fuori e di porci nella posizione dell’osservatore consapevole dei nostri automatismi reattivi.

Come usare le campane tubolari da meditazione

Suona diverse volte al giorno la campana tubolare e fai tre profondi respiri consapevoli (inspirando sono consapevole di inspirare, espirando sono consapevole di espirare) in modo da interrompere il flusso dei pensieri e placare ogni formazione mentale.

Chiudi gli occhi e chiediti: “Che sensazioni ha il mio corpo in questo momento?”, “Che percezioni sto avendo?”, ” In che stato d’animo ero quando ho iniziato a suonare la campana (piacevole, spiacevole o neutro)?”.

Questa semplice pratica può aiutare quando ci dimentichiamo di tornare a noi stessi, di ascoltare cosa ci risuona dentro in risposta al fuori e di porci nella posizione dell’osservatore consapevole dei nostri automatismi reattivi.